Open Eccellenza Pallacanestro – USR Segrate Vs Pallacesto Autogestita 66-65

66 punti portano bene e per la prima volta in stagione i nostri ragazzi allungano a 3 la serie di vittorie consecutive.

Memori dell’andata, dove si erano fatti sorprendere dalla maggiore esperienza dei giocatori dell’Autogestita (di nome e di fatto), i nostri giocano una partita ad alta intensità difensiva non perdendo la testa nemmeno nei primi quarti quando il tiro proprio non funziona, pazientando e sfruttando al momento giusto la maggior presenza sotto canestro e il calo fisico degli ospiti per riagguantare la partita e prendere il comando negli ultimi minuti.

Le due squadre iniziano contratte e, nonostante entrambi gli attacchi riescano con fatica a costruire buoni tiri, il punteggio non si sblocca dallo 0-0 per oltre 2 minuti. E’ Sala in penetrazione a sbloccare le danze seguito poi da un bel canestro dal post di Mantegazza. Gli ospiti non stanno a guardare e costruiscono buoni tiri soprattutto con il numero 14 Mancin (7 in fila per lui per il primo vantaggio ospite) e del capitano Rivali (nomem omen). Due canestri di caparbietà di Rampini e un long two di Zerboni chiudono un quarto con pochi punti segnati da ambo le parti.  10-14

Nel secondo quarto i nostri ragazzi partono subito forte per chiudere il gap e non lasciare scappare gli avversari, chiudendo ogni spazio in area, ma gli ospiti hanno giocatori di esperienza capaci di trovare soluzioni anche fuori dai giochi e le 2 bombe consecutive del #9 Gatti, di cui la seconda dalla lunghissima, spezzano un po’ le nostre sicurezze e permettono agli ospiti di allungare. Per fortuna la voglia di combattere riaffiora subito permettendo di rispondere colpo su colpo nei minuti successivi mantenendo comunque il contatto con l’Autogestita. 23-33 al riposo lungo. Se 33 punti subiti non sono molti, il problema principale sembrano essere i tanti tiri sbagliati, sia dal campo che dai liberi, che ci lasciano poveri alla voce punti.

Nel terzo quarto i nostri partono cercando meno il tiro e attaccando più decisi l’area e facendo soprattutto la voce grossa a rimbalzo in attacco, anche a costo di rischiare qualche contropiede, riuscendo a trovare diversi falli che rendono complicate le rotazioni già corte dell’Autogestita (a referto solo 7 giocatori). Ne viene fuori un quarto estremamente combattuto nel quale, alla prova corale dei nostri, l’Autogestita oppone i suoi 2 giocatori più in palla, Rivali e Mancin, autori di tutti i punti della squadra in bianco nel quarto. La sfuriata finale di Fumagalli (tripla e canestro in penetrazione in due azioni consecutive) ci farà arrivare all’ultimo riposo con lo svantaggio ridotto in singola cifra. 39-46

L’ultimo quarto si apre con la Pallacesto che rimette la doppia cifra di vantaggio, ma proprio nel momento di maggior difficoltà, i ragazzi si appoggiano alla presenza di Maioli sotto canestro che sfrutta benissimo il vantaggio fisico (saranno 12 i suoi punti nel quarto decisivo) e un canestro alla volta colmano il gap, fino alla tripla di Sala che ci porta sul 57-58 a poco più di 3 minuti dal termine. La partita è tesa, a farne le spese sono soprattutto gli ospiti, sia per il fiato che inevitabilmente viene a mancare, sia per le energie sprecate a protestare con l’arbitro e con i compagni. Maioli e Rampini trovano i punti del vantaggio, ma gli ospiti, dopo i molti liberi sbagliati nei precedenti quarti, sfruttano bene il bonus e rispondono ad ogni nostro canestro. Un tecnico fischiato alla panchina manda in lunetta il nostro capitano Cassinelli a meno di un minuto dalla fine per il libero del +1. Sul successivo attacco ospite la nostra difesa fa buona guardia e concede solo la rimessa dal fondo, qua purtroppo commettiamo un ingenuo fallo, prima che la palla entri in gioco, e a norma di regolamento viene sanzionato con l’antisportivo. 2/2 ai liberi e palla ancora alla Pallacesto. La difesa si chiude forte, recuperiamo palla e sull’attacco successivo Rampini trova nella mischia il canestro del nuovo +1, l’Autogestita cerca un attacco veloce ma sbaglia ancora, Rampini ancora a rimbalzo subisce fallo e va per i due liberi con cui potrebbe chiuderla. 0/2 e ultimo attacco in mano agli ospiti che cercano Mancin, Sala difende forte e lo costringe ad un difficile fadeaway dall’angolo che non vede nemmeno il ferro, e coach Clerici può esultare con i suoi ragazzi!!! 66-65 (27-19 nel solo ultimo quarto)

Migliore in campo la difesa e la testa, la voglia di portarla a casa e la capacità di non lasciarsi abbattere dai molti errori al tiro. A livello di prestazione a farla da padrone è sicuramente Simone Maioli con 17 punti e 16 rimbalzi. Dominante soprattutto nel quarto decisivo. Menzion d’onore alle doppie doppie di Michele Rampini e di Andrea Sala (per una volta non top scorer).

Prossimo impegno dei nostri ragazzi a Rescaldina Giovedì 20/02 alle 21.30 per un’altra sfida da affrontare con la concretezza delle ultime partite

TABELLINO

 

Leave a Reply