Pallacanestro Open Eccellenza – 20a Giornata USR Segrate @ Fortes in Fide 48-60

I nostri ragazzi escono sconfitti dal piccolo campo del Fortes in Fide, terza in classifica, dopo una partita fisicamente dura che i padroni di casa cercano di mettere in tutti i modi sul piano fisico anche oltre i limiti del gioco corretto, sfruttando le dimensioni ridotte del campo e trasformando il centro area in una sorta di tonnara.

Il primo quarto inizia con i nostri tiri, per quanto buoni, sputati dal ferro mentre i padroni di casa, più abituati ai canestri, scappano già. Anche se ci sblocchiamo il nervosismo dovuto ai tiri che non entrano ci fa commettere qualche errore di troppo e i padroni di casa si portano saldamente al comando. 21-11

Nel secondo quarto siamo più concentrati dietro e questo, unito alla fiammata offensiva di Barbieri (7 punti consecutivi) e un a Fontanella che non sbaglia un tiro, ci permette di ridurre il gap portandoci sul 34-26 di metà partita.

Il terzo quarto ci vede molto altalenanti, riusciamo a ridurre il gap portandoci fino al -4 ma poi, qualche nervosismo di troppo (incluso un doppio fallo per un pugno ricevuto da Noseda assurdamente  sanzionato anche lui), dovuto anche a un metro arbitrale che, a tratti, concede troppo alla difesa sulle penetrazioni, ci fa sbandare precipitando fino al 48-33 di fine terzo quarto.

L’ultimo quarto, nonostante perduri il nervosismo di alcuni dei nostri (che sfociano in un fallo tecnico per applauso polemico all’arbitro) riusciamo a ritrovare fluidità in attacco soprattutto grazie alle iniziative di un Sala in versione inarrestabile e concentrazione in difesa. Ricuciamo parzialmente il gap portandoci fino al -6, ma un 2+1 e un canestro da 3 a 10 secondi dalla fine permettono ai padroni di casa di chiudere con vantaggio in doppia cifra che non rispecchia sicuramente quanto visto in partita. 60-48

Le note positive sono sicuramente il secondo e il quarto quarto da un punto di vista di attenzione difensiva oltre al fatto di aver comunque messo in campo la voglia di giocare e vincere nonostante la salvezza ormai acquisita che poteva essere motivo di rilassamento. In generale anche la possibilità di ruotare tutti i 12 ha permesso a chi finora aveva visto il campo solo 2/3 minuti a partita di poter provare e sbagliare senza l’ansia di dover far punti per la salvezza.

Note negative decisamente il troppo nervosismo, per quanto i padroni di casa abbiano cercato di metterla sui nervi sin dai primi minuti con gomiti alti, manate e proteste, noi siamo stati polli a cascarci e a innervosirci per ogni fischio contro o non dato a favore, uscendo a tratti mentalmente dalla partita (pur ammettendo in questo caso l’attenuante di un metro arbitrale a larghi tratti incomprensibile).

Invitiamo tutti a sostenere i ragazzi nell’ultima partita della stagione in casa contro Truccazzano l’8 Maggio ore 21.30 a Rovagnasco

TABELLINO

Nel frattempo auguriamo a tutti i nostri supporters tanti auguri di

BUON PASQUA

anche da parte del CSI

Leave a Reply