14° Giornata OPEN Pallacanastro BASKET TRUCAZZANO – USR SEGRATE 43 – 47

Numero Giocatore Min Pnt TR2 TR3 TLib TRTot RO RD RTot Ass Trn Rub Stop Falli
35 Barbieri 14:31 0 0/1

(0%)

0/1

(0%)

0/0

 

0/2

(0%)

0 1 1 0 0 1 0 2
77 Crespi 12:14 3 0/3

(0%)

1/3

(33%)

0/0

 

1/6

(17%)

1 1 2 1 4 1 0 2
4 Zerboni 18:44 0 0/2

(0%)

0/4

(0%)

0/0

 

0/6

(0%)

0 1 1 0 1 1 0 2
21 Grotti 17:29 8 2/4

(50%)

0/0

 

4/5

(80%)

2/4

(50%)

1 6 7 3 0 1 0 3
22 Fumagalli 12:58 2 1/3

(33%)

0/3

(0%)

0/0

 

1/6

(17%)

1 3 4 1 0 1 0 0
23 Bugo 2:16 0 0/0

 

0/0

 

0/0

 

0/0

 

0 0 0 0 0 1 0 0
17 Noseda 11:44 0 0/2

(0%)

0/0

 

0/0

 

0/2

(0%)

1 4 5 1 0 0 0 2
33 Ciccarelli 18:31 0 0/4

(0%)

0/0

 

0/0

 

0/4

(0%)

2 2 4 0 4 0 0 0
8 Tranquilli 30:58 14 3/8

(38%)

1/5

(20%)

5/6

(83%)

4/13

(31%)

1 3 4 4 4 2 0 2
0 Avigni 9:36 2 1/2

(50%)

0/1

(0%)

0/0

 

1/3

(33%)

0 1 1 0 0 1 0 0
18 Maggioni 28:16 12 4/10

(40%)

0/0 4/4
(100%)
4/10
(40%)
7 11 18 0 5 3 0 1
13 Fontanella 20:26 6 3/10

(30%)

0/0 0/2

(0%)

3/10

(30%)

2 2 4 0 1 2 0 2
TOT   47 14/49

(29%)

2/17

(12%)

13/17

(76%)

16/66

(24%)

16 35 51 10 19 14 0 16

 

Manuele “Puddu” Barbieri, 6,5: In attacco si vede più in fase di impostazione che in quella di conclusione, ma Puddu è fondamentale in difesa oggi. In una partita non facile difensivamente per la squadra la sua presenza è stata fondamentale quanto il Parmigiano sulla pasta. Ancora difensiva

 

Gabriele “Frank” Crespi, 6: Troppi palloni persi (eccezionale quando non si accorge di essere andato fuori dal campo), ma un’unica buona tripla. Gli allenamenti roderanno il ragazzo ad entrare perfettamente nei meccanismi della squadra. Le sue groupies sugli spalti sono sempre uno spettacolo (anche se un po’ troppo barbute…). Cigolante

 

Pietro “Nash” Zerboni, 6,5: Stasera è nervoso che manco gli avessero rubato il ciuccio. Scherzi a parte il suo è un lavoro ingrato, perché deve fare sempre il lavoro sporco, facile accusarlo quando la squadra non gira, difficile accorgersi di tutto il lavoro fatto quando si vince. Al di là dell’eccessivo nervosismo onori al nostro soldatino. Big Baby

 

Pietro “Pietrushka” Grotti 7,5: Partita eccezionale del buon Pietrino, fondamentale a rimbalzo in difesa quando Mage riposa e soprattutto freddo ai liberi. Le conclusioni tornano a non essere forzate e ha abolito il palleggio sul posto che spesso fermava il giro palla. Quando gioca così vorresti sempre averlo in campo (l’unico riferimento a qualcosa che mi veniva era la pubblicità degli assorbenti ma ho evitato…). Indispensabile

 

Filippo “Filo” Bugo s.v.: gioca così poco che l’unico voto che si potrebbe dargli è quello di castità. #Free23

 

Paolo “Fuma” Fumagalli 6,5: Di grinta il ragazzo ne ha da vendere, e sempre più a fine partita è facile ricordarsi le cose buone che i tiri sbagliati. Taglia l’area come un grissino il Tonno Rio Mare e serve in tavola 2 punti apparecchiati dallo chef Nigel. Buongustaio

 

Carlo “Shaq” Noseda 6,5: Nel secondo quarto entra e lotta in area come poche volte l’abbiamo visto fare, fa anche un movimento perfetto in attacco, e se il canestro l’avesse premiato probabilmente a Clex sarebbe venuto un coccolone. Tanti auguri al nero più bianco che esista! #HappyKizito

 

Marco “Cicca” Ciccarelli 6: Si fa condizionare troppo dalle sue statistiche e non deve. Prende 2 o 3 rimbalzi decisivi, sfortunato nel pallone perso nel finale, ma in generale quando arriva al tiro è molle come le mozzarelle del Carrefour. Bufala

 

Nicola “Nigel” Tranquilli 8: Parte forzando un po’, poi si infortuna Sbri e capisce che deve prendere in mano la regia. Cresce col passare dei minuti, fondamentale nel far girare il gioco (all’assist per Paolino mi sono ricresciuti i capelli), e nel finale salva baracca e burattini prendendo il rimbalzo decisivo, prendendosi 3 falli e mettendo i liberi della vittoria. Curiosità: per motivarsi si prende a pugni il piede nella pausa, è un po’ come se Rocky si tirasse dei pugni sul naso nei time-out… Ma se questo è il risultato… Graduated

 

Matteo “Sbri” Avigni 118: La caviglia lo abbandona troppo presto nella storia della partita, rimettiti man. Sbrisolato

 

Davide “Mage” Maggioni 7,5: Bene, ma si può fare molto meglio. Con un fisico così le sue scelte di tiro possono accompagnare solo. Fondamentale a rimbalzo e ai tiri liberi, soffre tanto il giro palla avversario e spesso perde la marcatura. Nel finale esagera un po’ per la fretta di chiudere la partita. Ma il cap è il cap e quando c’è lui in campo puoi sentirti sicuro come Sarah Connor in presenza di Arnold Schwarzenegger.  Terminator

 

Matteo “Fonta” Fontanella 7: sono troppo contento per Fonta. Il problema erano evidentemente i calzini. Il primo canestro è bellissimo, finta (era lenta ok, ma almeno abbiamo potuto apprezzarla in slow motion), difensore che si gira verso gli spalti e intanto Fonta piazza i suoi 2 punti. Oggi è la sua rivincita. Slow Font

 

Coach Clex, 7,5: è un po’ sfortunato perché non ha mai tutta la rosa sana. Ma quando i ragazzi giocano i suoi schemi si vola. Avere lui in panchina ti tranquillizza molto. Mezzo voto in meno perché a fine partita perde a 21 con il sottoscritto (e già solo questo basterebbe) sbagliando i liberi. 21 vittoria grande baldoria

 

Squadra 7: I momenti in cui ci mettiamo a giocare è una goduria, nel terzo quarto abbiamo fatto un divario di 10 punti, grazie agli schemi finalmente applicati. Soffriamo tantissimo quando andiamo sotto pressione e si è visto nella rimonta che abbiamo rischiato di subire nel finale. Considerazione del coach: faremo veramente il salto di qualità quando impareremo a parlarci in campo invece di urlarci dietro solo quando crediamo che un compagno abbia sbagliato. Ma sono sicuro che miglioreremo in questo.

Leave a Reply