5° Giornata Open Pallacanestro: USR Segrate – Basket Truccazzano

Numero Giocatore Pnt TR2 TR3 TLib TRTot RO RD RTot Ass Trn Rub Stop Falli
18 Maggioni 8 3/11

(27%)

0/0 2/2

(100%)

3/11

(27%)

3 11 14 2 4 4 3 3
0 Avigni 12 4/5

(80%)

1/2

(50%)

1/2

(50%)

5/7

(71%)

1 3 4 2 6 2 0 5
4 Zerboni 10 2/5

(40%)

2/3

(66%)

0/0 4/8

(50%)

1 2 3 2 1 2 0 1
23 Bugo 2 1/3

(33%)

0/0

 

0/0

 

1/3

(33%)

1 0 0 3 0 0 0 1
21 Grotti 5 2/4

(50%)

0/0

 

1/2

(50%)

2/4

(50%)

1 6 7 2 1 2 0 3
1 Barbieri 9 1/1

(100%)

2/5

(40%)

1/1

(100%)

3/6

(50%)

1 3 4 1 0 2 0 2
8 Fumagalli 0 0/2

(0%)

0/1

(0%)

0/0

 

0/3

(0%)

0 1 1 1 3 3 0 1
77 Noseda 0 0/2

(0%)

0/0

 

0/0 0/2

(0%)

0 4 4 0 1 0 0 1
35 Cassinelli 7

 

2/5

(40%)

0/1

(0%)

3/4

(75%)

2/6

(33%)

0 2 2 2 1 2 0 0
33 Ciccarelli 2 1/3

(33%)

0/0

 

0/0 1/3

(33%)

1 2 3 1 2 3 0 0
29 Piccoli 0 0/0

 

0/0

 

0/0

 

0/0 0 0 0 0 1 0 0 1
TOT   55 16/41

(39%)

5/12

(42%)

8/11

(73%)

21/53

(40%)

9 34 43 16 21 20 3 18

 

 

Davide “Mage” Maggioni 7,5: Che difesa il capitano, sempre attento sempre presente. In attacco si prende meno tiri forzati, è sfortunato perché al canestro i suoi tiri piacciono come a JRSmith le magliette. In mancanza del coach in panca motiva i compagni e sprona i ragazzi a dare il meglio di loro. It’s a kind of Mageic

 

Matteo “Sbri” Avigni 7,5: I suoi punti nel primo quarto tengono su la squadra, si prende sempre i tiri giusti (oggi la squadra in generale ha tirato meno, ma prendendosi tiri migliori) pecca purtroppo in palle perse cercando qualche passaggio spettacolare di troppo. Viene mandato fuori per falli non suoi. È lucido nel gestire il gioco e nel fermarlo nei momenti giusti. Profeta del buon gioco. Teo – Logico

 

Pietro “Nash” Zerboni 8,5: L’eroe del match. Entra a sorpresa a 4 minuti dalla fine e decide la partita con 8 punti di fila mostruosi, trova la sua mattonella e non si ferma più! Della serie “ho in Zerbo qualcosa per voi!”. Il resto del match fa il solito lavoro sporco in difesa e gioca senza risparmiarsi. Oggi è davvero l’arma in più.  Prima solo diligente. Poi, Dilagante

 

Filippo “Filo” Bugo 7: Bravo Filo! Esame di riparazione passato! Parte in quintetto e si muove subito molto bene. In difesa si fa sentire e in attacco è sempre nel posto giusto al momento giusto (vedasi assist 3). A un minuto dalla fine del terzo quarto esclama “un canestro però avrei voluto segnarlo”. Allora viene fatto entrare, penetrazione, canestro. Top. Formica operaia. Bug’s Life

 

Pietro “Pietrushka” Grotti 7: Solito e tanto lavoro sporco, soprattuto a rimbalzo, e tanto tanto movimento. Un giocatore che tutti vorrebbero avere in squadra. Importantissimo il libero segnato nel finale. Certezza

 

Manuele “Puddu” Barbieri 7,5: Che esordio Puddu!! Entra, segna da 3, recupera palloni, gran difesa! Che acquisto ragazzi! Nel finale perde un po’ di lucidità e sente un po’ la stanchezza, ma è già una certezza. Consiglia i compagni, sente la partita! Che sinfonia! Barbieri di Siviglia

 

Paolo “Fuma” Fumagalli 6: Mancano solo i punti e qualche palla persa di meno in momenti importanti, ma dà solidità alla squadra con corsa e grinta. Qualcosina da migliorare e ci siamo! Importante averlo a disposizione! Lasciamo che il ragazzo cresca. Fumapulcini

 

Carlo “Shaq” Noseda 5: Oggi Shaq non c’è. Manca i rimbalzi, gli scivola il pallone dalle mani, oggi è proprio una giornata no. Non demoralizzarti roccia, fuori la grinta! Mani bucate

 

Davide “Cassi” Cassinelli 7: A tratti un po’ nervoso, fatica a entrare in ritmo al tiro, ma i suoi palloni recuperati sono fondamentali, quanto i tiri liberi finali che spianano la strada alla quarta vittoria consecutiva! Responsabile

 

Marco “Cicca” Ciccarelli 6,5: Entra, fa quello che gli viene chiesto, mette pressione a rimbalzo e nel giro palla oggi è uno dei migliori. Si sblocca a canestro e migliora anche sulla marcatura a uomo, se continua a migliorare così comincerà ad essere fondamentale. #CiVuoleUnFisicoBestiale

 

Claudio “Mitch” Piccoli 6: Dalle statistiche sembra sia stato assente. In realtà c’era e si è sentito, non si è preso tiri, ma ha dato fastidio tutto il tempo agli avversari e non ha sbagliato niente. Pian piano sta prendendo confidenza e fiducia. Piccoli ma cattivi

 

Coach Paolo “JGodenz” Goldoni 8: Sostituire Clex in una partita delicata come questa non è facile, soprattutto se sei al tavolo e con la squadra non ci puoi parlare. Ma le direttive arrivano, tempestive ed efficaci, e la squadra risponde docilmente alla sua mano. Ottima la gestione dei cambi, ben ripagata la fiducia data ai bombardieri che sganciano i loro ordigni da 3 per tutta la partita. C’era da impostare bene il gioco, e quando è Paolo a farlo, lo fa in modo sicuro. GOLD-ONE (pagella di Mitch e Mage)

 

Leave a Reply