Pallacanestro Open Eccellenza – 5a Giornata USR Segrate Vs. Novate 38 – 45

Purtroppo, a causa di qualche contrattempo personale, non ho potuto pubblicare il resoconto della partita con Novate in tempi utili e nel frattempo abbiamo giocato anche la partita con Kolbe.

Alla luce delle due prestazioni ho deciso che non pubblicherò più le pagelle: mi limiterò a fare un breve resoconto di squadra della partita ed eventualmente a menzionare chi si è maggiormente distinto. Purtroppo stiamo giocando poco di squadra, siamo sempre pronti a puntare il dito contro chi magari sbaglia un tiro, un passaggio, una scelta e a lamentarci per qualsiasi cosa (arbitri, schemi , compagni ecc ecc) sprecando un sacco di energie mentali e uscendo da soli dalla partita. Per questo credo che dovremmo fare nostro lo slogan social dell’Olimpia Milano (che mi permetto di prendere in prestito) di quest’anno #WeNotMe. Solo imparando a chiederci di più “come posso mettermi al servizio della squadra, aiutare i miei compagni a rendere al meglio?” potremo ritrovare un po’ di gioco corale, e di rispetto reciproco.

Passando alla partita con Novate

Premessa che il mix di riscaldamento spento tutto il giorno e pioggia trasforma il linoleum di Rovagnasco in una pista da pattinaggio con rischi per gli infortuni e difficoltà nel controllo della palla.

La partita con Novate parte con qualche azione a vuoto, ma poi entrambe le squadre cominciano a trovare il canestro, anche se gli ospiti lo fanno con maggiore continuità e, solo un paio di bombe di Cassinelli e Sala allo scadere ci permettono di restare a contatto 9-12 al primo intervallo corto.

Anche nel secondo quarto facciamo molta fatica a far circolare la palla con fluidità, anche gli avversari faticano molto in questo senso ma trovano il canestro con maggior continuità, grazie soprattutto al numero 5 autore di 8 punti consecutivi nel quarto. All’intervallo lungo di una partita fin qui bruttina il risultato è 24-17.

Gli arbitri decidono che, nonostante il campo non dia segni tangibili di miglioramento, la partita può proseguire, e nel terzo quarto riusciamo a ridurre lo svantaggio grazie a qualche buona iniziativa e qualche libero riportandoci sul -4. 29-33

Nell’ultimo quarto, con buone letture in attacco e la voglia di giocare invece che lamentarsi agguantiamo il pareggio sul 37-37 a poco più di un minuto dalla fine. Sulla difesa successiva purtroppo sbagliamo un cambio lasciando la loro ala libera sull’arco subendo una punizione forse eccessiva per come avevamo riagguantato la partita. L’ultimo minuto è scandito dai nostri falli sistematici che mandano in lunetta gli avversari per fermare il tempo, ma dall’altra parte non riusciamo più a segnare nulla a parte un libero e subiamo un distacco che non riflette il reale andamento della partita 38-45

TABELLINO

 

Leave a Reply